Recensioni Teatro
Maurizio Marchetti - Pupetto e io
9 marzo 2017
0
, , , , ,
pupetto e io

Donato Castellaneta, attore, regista e formatore, alias Pupetto, ha avuto una vita costellata di avvenimenti – e basta raccontarli per lasciare spazio al ricordo e alla scoperta, attraverso aneddoti e testimonianze.

A raccontarli, appunto, è l’attore e regista, nonchè amico intimo di Donato Castellaneta, Maurizio Marchetti, che porta in scena alla Sala Laudamo, con l’apporto musicale di Tony Canto e Giancarlo Parisi, la piéce “Pupetto ed io. Il Maestro è nell’anima”, per la rassegna teatrale “Atto unico. Scene di vita, vite di scena”, prodotta da QA-QuasiAnonimaProduzioni.

Sulla scena sono posti dei leggii e ciascuno, sul retro, riporta delle parole, dei concetti chiave che rimandano alla vita di questo Maestro, conosciuto anche sul grande schermo per film come “La classe operaia va in Paradiso” di Elio Petri e “La dolce vita” di Fellini. “Gattopardo” e “Amorodio” sono solo alcune delle parole riportate. É proprio in teatro con il Gattopardo, per la regia di Franco Enriquez, che avviene l’incontro tra Pupetto e Marchetti, sodalizio artistico che diventa amicizia di una vita, ed il suo amorodio unico.
Amorodio come quello verso la città di Messina che amava ma della quale odiava l’alone sempre incombente dell’apatia morale. Proprio a Messina Pupetto fu insegnante nella Scuola di Avviamento alla recitazione al Teatro Vittorio Emanuele, diretta da Maurizio Marchetti, dove ha formato una generazione di attori.

Ed ecco quindi le testimonianze video di colleghi, allievi e amici, e le immagini, che contribuiscono a delineare l’irrefrenabile irriverenza, l’ironia che è anche e soprattutto profondità di passare per la vita e lasciare il segno. A parlare e a testimoniare sono colleghi e amici di Pupetto, tra i quali gli attori Oreste De Pasquale, Gianni Cavina, Antonio Alveario, Cecilia Foti, il giornalista e scrittore Vincenzo Bonaventura, il musicista e compositore Giovanni Renzo. E come quelle storie che sembrano scritte dal destino per essere grandiose, ogni evento ha in sè dello straordinario: la grande azzuffata al matrimonio, le lezioni di architettura, le variegate situazioni nelle quali non mancava mai, nel bene, ma soprattutto nel male, di dire la sua.
Ed ancora la “fissa” per il V Canto dell’Inferno, con il quale era solito stressare i suoi attori, e del quale Marchetti restituisce una lettura, e la passione per il buon cibo. Vale la pena citare l’epitaffio che volle posto sulla sua lapide: “Qui giace Donato Castellaneta detto Pupetto, uomo di ingegno, letterato, pittore, cuoco, attore e drammaturgo, in nulla eccelse tranne che nel lardo.”

Racconta, legge, recita dunque, Maurizio Marchetti, (ed è travolgente l’interpretazione dai ritmi parolistici-corporei serrati e incalzanti de “La quercia del Tasso” di Achille Campanile), sebbene talvolta l’interruzione della narrazione con i brani recitati risulti un po’ dissonante nell’armonia di una piece sui generis, che è più racconto che vero e proprio spettacolo teatrale. Accompagna la serata il tappeto musicale eseguito da Tony Canto alla chitarra, e dal polistrumentista Giancarlo Parisi, virtuoso con il suo sax.

Per omaggiare i maestri, ci vuole maestria, evitando pomposità e pedanterie: e così Donato Castellaneta viene celebrato – come dice Marchetti – “senza celebrazioni, amato senza effusioni, ricordato senza compianto, carezzato senza compiacimenti.” E così è stato.

“Pupetto ed io” è anche un viaggio attraverso una fetta di storia del teatro italiano. Il sottotitolo dello spettacolo, “Il Maestro è nell’anima”,restituisce quindi con velata nostalgia, non solo il ricordo di un Maestro, ma di un tempo di Teatro che sembra essere perduto.

Gabriele Casablanca

Vedi anche:

Auretta Sterrantino | CENERE. Per una poetica dell'impossibile

Donato Castellaneta, attore, regista e formatore, ...

continua

Teatro, streaming e altre parole che non dovrebbero far paura

Donato Castellaneta, attore, regista e formatore, ...

continua

Aldo Rapé | Pinuccio. Storia di un caruso

Donato Castellaneta, attore, regista e formatore, ...

continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *